Musica popolare

Tarantella calabrese

Tarantella calabrese

La tarantella calabrese o tirantella è un termine generico che racchiude le diverse espressioni coreutico-musicali diffuse nella penisola calabrese, con tratti che la rendono distinguibile dalle altre del Sud Italia, specie nel ritmo. In essa sono assenti i riferimenti agli esorcismi del tarantismo, ma assume più un ruolo di danza per le occasioni festive o religiose. Gli strumenti caratteristici della tradizione calabrese sono: La zampogna, sostituita in seguito dall’organetto, accompagnata da un tamburello, in alcune zone si usavano la pipita o i fischiotta, mentre nella zona della locride e del monte Poro si usava la lira calabrese. Il ritmo è basato su terzine con un tempo in 12/8 e talvolta in 6/8.

Tarantella Calabrese: Il ballo

Quello della tarentalla e’ un ballo molto antico. Il miglior modo per capire questo aprticolare tipo di ballo e’ quello di capire l’origine del nome. Il termine tarantella infatti deriva da “taranta” o “tarantula”, ossia un termine dialettale calabrese e non solo che indica appunto la tarantola. Quindi il ballare in modo frenetico tipico della tarantella veniva associate al morso e al veleno di questo ragno che provocava appunto convulsioni, agitazione, dolore fisico ecc…

Il rio della Tarantella di Polsi:

Tarantella Calabrese: Gli strumenti tipici

Per suonare la tarantella calabrese servono degli strumenti particolari di origine molto antica ovvero:

Principali eventi di Tarantella calabrese:

Kaulonia Tarantella Festival in Agosto

Comune di Caulonia
Piazza mese

via Roma – 89041 – Caulonia (RC)

www.kauloniatarantellafestival.it


Taranta e Dintorni a Squillace in Agosto


Tarantella Power

Comune di Badolato (CZ)


Satriantella Festival

Comune di Satriano (CZ)


Concludiamo con una frase ricorrente quanto si suona la Tarantella:

“EVVIVA CU BALLA…E CU NON BALLA PURU!” (evviva chi balla…ma anche chi non lo fa)